Ciao amici, dopo un periodo di pausa dovuto alle vacanze estive, ritorno sul mio blog più carica che mai.

Oggi ho scelto di strutturare per voi e con voi una lista ragionata di tutto quello che occorre per la Scuola Materna, in modo particolare per i  bambini che inizieranno a settembre il proprio percorso scolastico.

La lista che presento oggi è il frutto di alcune indicazioni che ho ricevuto dalle maestre dei miei bambini, unite al confronto con la mia esperienza personale ed i suggerimenti di alcune care amiche, anche loro mamme ed insegnanti. Ringrazio, anzi, la dolce amica Elisa per gli utilissimi spunti in merito!

Ciò che segue è quindi una lista che spero possa esservi utile come punto di riferimento di base, da modulare ovviamente sulle esigenze dei singoli casi specifici. Determinate voci presenti nella lista potrebbero essere non richieste in alcune scuole, così come potrebbero invece essere necessarie opportune integrazioni.

Materiale per la Scuola dell’Infanzia (Scuola Materna):

– un paio di pantofole con chiusura a velcro (con il nome del bambino/a indicato sui bordi)

– un paio di grembiulini (ove previsti), da alternare e da usare quotidianamente

– un asciugamano piccolo con fettuccia per appenderlo

– un bavaglino con elastico + bustina per riporlo

– una piccola scatola o una busta in stoffa contenente un cambio completo: canottiera, maglia, pantaloni, slip, calze, asciugamano piccolo ed un sacchetto in plastica per riporre eventuali capi sporchi. Il tutto, ovviamente, aggiornato in base alla stagione corrente

– uno spazzolino da denti (meglio se dotato di cappuccio proteggi setole)

–  un bicchiere di plastica personalizzato

– un sacchetto di stoffa per riporre gli oggetti personali del bagno

– un sapone liquido neutro

– un pacco di carta igienica

– una confezione di fazzoletti di carta

– un pacco di salviettine igieniche

– una cartellina rigida di cartone porta disegni

– un quaderno grande ad anelli

– una colla stick media

– una risma di fogli A4

– un cartoncino bianco misura 70 X 100

– una busta di stoffa per il libro della biblioteca

– una scatola di gessetti

– una scatola di maxi pennarelli lavabili

– una scatola di pastelli a olio

– una fototessera del bambino/a

Per attività aggiuntive o per religione:

– un portalistino per conservare i lavori svolti

Per chi fa il riposino pomeridiano a scuola:

– un cuscino con federa

– un lenzuolo da lettino (senza angoli)

– una coperta (non troppo pesante, perché solitamente all’interno delle scuole per l’infanzia fa piuttosto caldo, quindi occorre verificare questo aspetto)

 

Nota importante: è opportuno identificare TUTTI gli oggetti personali del bambino/a con relativo nome e cognome, per mezzo di pennarello indelebile o di apposite etichette adesive

Indicazioni utili:

– potrebbe tornare utile dotarsi di una bustina o un portamonete nel quale inserire ogni sera il buono pasto per il giorno successivo o eventuali tesserini ed appenderlo alla maniglia interna della porta di casa, così sarà praticamente impossibile dimenticarli!

– i pantaloni con elastico sono molto pratici e super consigliati per l’asilo. Un’indicazione condivisa più o meno in tutte le scuole è quella di evitare cinture, bretelle e collant

– lasciare a casa giocattoli personali, al fine di evitare di perderli o di innescare litigi tra bambini. Se il vostro bimbo/a si ferma a scuola per il riposino pomeridiano, a quel punto è possibile, generalmente, portare a scuola un peluche o un pupazzo che lo aiuti a sentirsi a proprio agio

– per lo stesso motivo indicato al punto precedente, sarebbe opportuno evitare di far portare a scuola oggetti preziosi (collanine, bracciali o anellini d’oro o d’argento), caramelle, burrocacao e cose di questo genere

– Per evitare il più possibile uno dei motivi di maggior terrore da parte di noi mamme….la pediculosi (alias: pidocchi!!!) esistono in commercio shampoo e spray che servono sia per il trattamento e la cura della pediculosi, sia come blanda forma di prevenzione.

Se si vuol cercare di prevenire tale problema in maniera naturale è possibile optare per un preparato omeopatico reperibile in farmacia. Io ho acquistato un prodotto che si chiama Green Essence e devo dire che finora non ci sono stati problemi di alcun genere.

In ogni caso il classico “rimedio della nonna”, ossia il risciacquo finale con mezzo bicchiere d’acqua e mezzo di aceto sui capelli bagnati pare essere un ottimo metodo anti-pidocchi.

Sono consigliati anche alcuni olio essenziali, come tea tree e lavanda, da mixare ad un olio di base (esempio Jojoba) e tamponare lievemente con un pochino di cotone su nuca e dietro le orecchie.

In erboristeria, infine, si trovano anche profumi molto gradevoli e adatti ai più piccoli, che aiuterebbero a tenere lontani i temutissimi parassiti.

Spero che queste indicazioni siano state utili per alcuni di voi, nel caso, se vi va, fatemelo sapere, insieme ad eventuali consigli e suggerimenti da integrare.

Nel frattempo vi abbraccio forte forte, alla prossima!!!!!