Ciao amici,

chi di voi non è cresciuto con i mitici LEGO? I celebri mattoncini colorati da assemblare rappresentano senza ombra di dubbio uno di quei giochi che vanno oltre il tempo e le mode.

Dai primi blocchetti sovrapponibili, realizzati in legno intorno alla metà del ‘900 l’azienda ha sviluppato un’infinita serie di progetti e una gamma di prodotti che l’hanno portata a diventare uno tra i maggiori produttori di giocattoli a livello mondiale.

LEGO, ossia “Legt Godt”, che in danese vuol dire “gioca bene” è l’intento che si prefigge questa grande casa produttrice. Tantissime sono, infatti, le attività ludico/educative che possono essere sviluppate per mezzo dei mattoncini colorati, attività che si concentrano sull’importanza del “learning by doing“, ossia dell’imparare facendo, sperimentando, inventando e costruendo.

Nei bambini più piccoli il gioco ripetitivo di incastri favorisce lo sviluppo delle abilità di base e delle capacità logiche attraverso l’acquisizione di numerosi concetti quali lettere, numeri, dimensioni, forme, materiali e colori. Ecco perché i Lego vengono oggi utilizzati con efficacia anche in ambito scolastico, come parte integrativa di progetti finalizzati ad incrementare l’attenzione, la partecipazione diretta e costruzione degli apprendimenti.

Recenti studi hanno dimostrato, inoltre, l’utilità della terapia del gioco con i mattoncini, al fine di migliorare le abilità sociali, gli aspetti della comunicazione verbale e non verbale e le capacità di gioco in bambini con disturbi dello spettro autistico. Tutto ciò grazie all’aspetto rassicurante e particolarmente strutturato che questo tipo di gioco consente di mettere in atto.

Ma Lego non è un mondo riservato unicamente ai bambini, basti pensare alle attività proposte dal Museo Civico di Rovereto, che da circa dieci anni organizza corsi di formazione e progetti legati ai prodotti Lego Mindstorms. Per non parlare di quel mondo pazzesco che ruota intorno ai collezionisti che fanno del loro interesse per i mattoncini una grande passione, pensate che nel 2009 è stata costruita una vera casa con 3,3 milioni di mattoncini!

…e poi ci siamo noi genitori, che con immensa gioia torniamo un po’ bambini, giocando insieme ai nostri figli e riscoprendo quel piacere di inventare e costruire piccoli mondi fantasiosi fatti di mattoncini colorati.

Ecco, per chi come noi coltiva l’interesse per questo gioco così speciale, il 21 e il 22 Maggio a Pinerolo (To), presso lo Stadio Olimpico si terrà un evento imperdibile: la seconda edizione di Expo Mattoncino, organizzato da To Make Eventi.

Ci saranno tante sorprese e la possibilità di vincere addirittura un viaggio a Legoland!!!!

Vi lascio la locandina dell’evento in cui potete trovare tutti i dettagli, intanto vi abbraccio forte forte!

EXPO MATTONCINO 2 Grafica ufficiale