La bella stagione porta con sé splendidi colori e ottimi sapori, come quello delle ciliegie, succose, dolcissime e ricche di infinite proprietà: ipocaloriche, drenanti, diuretiche, rinfrescanti e idratanti, preziose fonti di fibre, vitamine, sostanze antiossidanti e sali minerali, contrastano l’ipertensione e favoriscono un’abbronzatura omogenea, per la presenza di carotene. Sono un frutto a basso contenuto calorico e si possono consumare senza sensi di colpa. Raramente, però, si parla di una loro caratteristica molto importante: l’ elevata concentrazione di antociani che conferisce loro  funzioni antinfiammatorie e antidolorifiche, in modo particolare per le articolazioni!

Ma c’è di più!!!! Anche i peduncoli e i noccioli di questo nobile frutto sono ricchissimi di proprietà, con i primi potete preparare infusi drenanti e diuretici, mentre i noccioli possono essere usati per confezionare piccoli sacchetti e cuscini antidolorifici.

 I noccioli delle ciliegie, infatti, per naturale costituzione sono ottimi conduttori termici e presentano una camera d’aria che consente loro di accumulare rapidamente freddo e caldo, rilasciandoli gradualmente. Inoltre essi mantengono le proprietà antidolorifiche del frutto. Il cuscino di noccioli di ciliegia è uno di quei rimedi antichi, sempre efficaci, che si presta a molteplici utilizzi, eccone alcuni:

 – cuscino termico caldo: si usa come una borsa dell’acqua calda, serve per contrastare dolori cervicali, articolari, crampi addominali e coliche (anche nei neonati), ingorghi al seno in allattamento, dolori mestruali, stress e disturbi del sonno, ma anche solo per godersi un dolce tepore nelle fredde serate invernali!

Come si usa: Per riscaldarlo si può ricorrere a diverse opzioni: forno a microonde, per 1 minuto a 600 W. Forno tradizionale, bastano pochi minuti a 100 gradi, avvolto in uno strato di carta d’alluminio, per preservare la stoffa e mantenere il calore uniforme. Sul calorifero, d’inverno, è forse la scelta più saggia ed economica!

– cuscino termico freddo: utile per contrastare l’emicrania, per dare sollievo in caso di punture d’insetti, gonfiore, stiramenti, contusioni e mal di denti.

Come si usa: conservare il cuscino per almeno un paio d’ore in freezer, possibilmente all’interno di un contenitore o in un sacchetto, in modo tale da evitare che si inumidisca.

-cuscino dolce massaggio:  grazie alla presenza dei noccioli il cuscino è utilissimo se usato per un massaggio dolce, che aiuta a sciogliere tensioni e stress

– pallina anti-stress: al posto della forma tradizionale del cuscino si può preparare una pallina da manipolare, dalla funzione anti-stress, utile anche contro i dolori da tunnel carpale

– pupazzo scaccia dolore: potete preparare un piccolo cuscino da inserire all’interno di un pupazzo che già possedete o, se avete confidenza con ago e filo, potete sbizzarrirvi a confezionare voi stesse un piccolo amico per i vostri bambini! Io ho optato per riutilizzare un pupazzo che già avevo e che presenta un sacchetto nel quale in origine c’erano i cioccolatini. In questo vano inserisco il piccolo cuscino che ho preparato e che all’occorrenza riscaldo o raffreddo per scacciare via ogni doloretto!

pupazzo

– collare cervicale: esistono in commercio collari contro i dolori cervicali, dotati di un piccolo vano nel quale vanno inserite apposite bustine riscaldanti, che si acquistano in farmacia. Potete realizzare, in alternativa a queste bustine, un piccolo sacchetto con i noccioli delle ciliegie e riscaldarlo all’occorrenza; beneficerete del massaggio, del calore e del risparmio economico!

Acquistare il cuscino o confezionarlo? Esistono negozi e store on line che vendono cuscini colorati, di varie forme e dimensioni, confezionati con i noccioli delle ciliegie, è possibile anche acquistare soltanto i noccioli già puliti per confezionare autonomamente il proprio cuscino. Personalmente vi consiglio di conservare i noccioli delle ciliegie che consumate e di pulirli, ci vuole davvero poco, basta dotarsi di un pochino di stoffa, unirvi la vostra fantasia e la resa sarà ottima!

Come pulire i noccioli: semplicissimo, dopo un primo, veloce risciacquo, basta farli bollire per circa mezz’ora, in modo che, ad un secondo lavaggio tutta la polpa residua si stacchi con facilità. Poi occorre farli asciugare bene, preferibilmente al sole.

Come conservare e pulire il cuscino che avete confezionato: il vostro cuscino sarà naturale al 100% e biodegradabile, conservatelo in un luogo fresco e asciutto.

Per pulire il vostro cuscino potete lavarlo a mano o in lavatrice, a 30-40 gradi, ma assicuratevi di asciugarlo molto bene; altra opzione è scaldarlo per 15 minuti in forno a 100 gradi.

L’idea in più: si possono unire ai noccioli alcuni fiori essiccati di lavanda, in modo da conferire al vostro prodotto un profumo intenso ed un effetto calmante e rilassante