Ciao amici! Il post di oggi è dedicato a tutti coloro che soffrono di dermatiti, psoriasi o problemi della pelle.

Come molti dei nostri amici già sanno, da quando la nostra Alice aveva circa due mesi lottiamo contro la sua dermatite atopica, un problema abbastanza comune nei bambini, ma molto fastidioso e spesso doloroso. Non saprei dirvi quante notti in bianco io e mio marito abbiamo passato a cullare la nostra piccola, in preda ai suoi attacchi di “grattarola acuta”, cercando in tutti i modi di distrarla, idratarla, consolarla e fermare le sue manine che si muovevano freneticamente in preda al prurito.

Le abbiamo provate praticamente tutte, con esito altalenante; abbiamo cambiato materasso, coprimaterasso, copricuscini e seguito la profilassi antiacaro, siamo stati da diversi specialisti del settore, a partire dalla dermatologa, fino all’allergologa, passando per l’omeopata, abbiamo “scoperto” le grotte di sale e testato una decina di creme specifiche, ci siamo fatti una cultura sul cotone eco- bio, i sali tissutali e le allergie alimentari.

Poi, un giorno, per caso,ho sentito parlare in termini entusiastici di un certo stabilimento termale “Comano Terme” in Trentino e ho deciso di prendere informazioni al riguardo.
Ho iniziato navigando sul sito web delle Terme di Comano e ho acquistato on-line uno spray di acqua termale da spruzzare sulla pelle della mia bimba. Dopo pochissimi giorni è arrivato il pacco con il prodotto che abbiamo provato subito e devo dire che il sollievo dal prurito e dal bruciore è stato immediato!
Ho quindi pensato che sarebbe stato interessante far provare ad Alice un ciclo di bagni termali ed il parere positivo della nostra pediatra ha rafforzato la mia motivazione. Tra l’altro le cure termali sono convenzionate con il Servizio Sanitario, quindi con la richiesta del medico di base si paga soltanto il ticket.

Il Trentino è un luogo magico, meraviglioso, noi vi eravamo già stati quando Matteo era piccolino e l’idea di tornarci era molto allettante.
Le Terme di Comano sono qualcosa di speciale, l’organizzazione è impeccabile, mai un ritardo o un disservizio, pulizia e cordialità ovunque. Un pediatra ha visitato Alice al suo arrivo, durante il trattamento e alla fine del ciclo di bagni. Nella sala conferenze si tenevano incontri informativi sui problemi della pelle, mentre gruppi di animatori intrattenevano i bambini, facendoli giocare e ballare.
Il parco delle terme è immenso, ci sono laghetti, cascate, giochi e anche un bosco che Matteo e il nostro papino andavano ad esplorare mentre Alice si divertiva a fare il suo bagnetto in una vasca pulitissima, in mezzo a pupazzi e giocattoli gommosi.
Al termine del ciclo di bagnetti la pelle di Alice era morbida, vellutata e idratata e la cosa bella che ci ha detto il pediatra è che solitamente gli effetti delle cure termali si vedono maggiormente a lungo termine, quindi speriamo che il trattamento porti beneficio anche nei mesi a venire.

parco-comano

Mi sento di consigliare questo posto a chi, adulto o bambino soffre di problemi della pelle, perché è davvero un luogo speciale, dove ritrovare il benessere psicofisico e nel contempo trascorrere una vacanza stupenda, completamente immersi in paesaggi naturali fiabeschi, con laghi meravigliosi e villaggi tutti da scoprire, tra i quali San Lorenzo in Banale, dove abbiamo soggiornato noi, riconosciuto come uno tra i borghi più belli d’Italia.

BaAliMoldeno